Busta esplosiva a 59enne di Cologno Monzese, stessa mano di Roma

webinfo@adnkronos.com

di Silvia Mancinelli - Un altro pacco bomba, identico a quelli inviati nella Capitale nelle ultime settimane, è stato recapitato ieri pomeriggio a un 59enne di Cologno Monzese, in provincia di Milano. Stessa carta, stesso contenitore: solo che stavolta il plico esplosivo è andato oltre i confini romani fino alla Lombardia già piegata dall'emergenza Coronavirus. A insospettire il destinatario, che si è visto arrivare per posta il pacco a casa proprio il fatto che non avesse ordinato nulla, il mittente anonimo e quella confezione diversa dalle solite utilizzate dai corrieri.  

I carabinieri di Milano, chiamati sul posto, sono riusciti a non far esplodere il contenuto e ora lavorano insieme agli investigatori romani e all'antiterrorismo per accertare la provenienza e la possibilità che dietro a tutti i pacchi ad oggi consegnati nella Capitale e, per ultimo, a Cologno, ci sia una sola persona.