Busta paga 2022, come recuperare 100 euro del bonus Renzi

·1 minuto per la lettura

(Adnkronos) - I 100 euro del bonus Renzi sono spariti dalla busta paga 2022 di molti italiani, in particolare di quelli che hanno redditi da lavoro dipendente o assimilato sotto i 28mila euro. Nasce tutto dalla riforma fiscale, che ha ridotto le aliquote Irpef, e di conseguenza è stato necessario intervenire sulle detrazioni e sui bonus. Per quanto riguarda il trattamento integrativo, è cambiata non solo la modalità di erogazione, ma anche la platea di beneficiari. Con le novità della riforma Irpef, infatti, i 100 euro vengono percepiti in busta paga solo dai dipendenti con redditi fino a 15mila euro.

I cittadini che non si trovano più il bonus Renzi in busta paga sono quelli nella fascia di reddito tra i 15mila e i 28mila euro: per questa categoria scatta la clausola di salvaguardia solo se sono state effettuate spese rientranti tra quelle degli articoli 12 e 13 del Tuir.

L’unico modo per riavere il bonus Renzi perso è attraverso la dichiarazione dei redditi del 2022 e del 2023. Nel 2023 si prenderanno in considerazione i redditi percepiti nel 2022, mentre quest’anno si dichiara quanto percepito nel 2021, comprese le eventuali spese degli articoli 12 e 13 del Tuir (tra cui i carichi di famiglia, i lavori edilizi e i mutui).

Per ottenere gli importi eventualmente spettanti bisognerà attendere i primi conguagli, che di solito avvengono nella busta paga di luglio (erogata ad agosto 2023).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli