“The Butterfly Effect”, in Italia la biografia del rapper Lamar

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 giu. (askanews) - Due anni dopo la prima pubblicazione negli Usa, arriva anche in Italia "The Butterfly Effect", la prima biografia del musicista statunitense Kendrick Lamar. Il libro firmato dal giornalista Marcus J. Moore, è disponibile da mercoledì 22 giugno in tutte le librerie e in formato digitale, pubblicato da Il Castello marchio Chinaski Edizioni.

La release arriva nella settimana dell'unico live italiano dell'artista, a Milano per promuovere il quinto album "Mr. Morale & the Big Steppers" pubblicato lo scorso maggio. Lamar è al momento il rapper più influente e famoso del mondo, vincitore di un Premio Pulitzer per la musica, di ben tredici Grammy Awards, protagonista dell'ultimo Half Time Show del Superbowl e nominato dal Time una delle 100 persone più influenti del mondo.

Nel volume già acclamato dalla stampa internazionale dove The Guardian parla di "racconto iperbolico" e The New Yorker di "superstar del rap e maestro dello storytelling", l'ascesa dell'artista dalla natia Compton all'Olimpo del rap mondiale.

Una minuziosa biografia dei suoi primi trent'anni di vita: dagli esordi con lo pseudonimo di K-Dot, fino all'incontro con Dr. Dre, dai rapporti con la famiglia alla vita di strada sempre costellata dalle questioni razziali che poi influenzeranno il suo songwriting.

Una dettagliata analisi della sua discografia, dai primi EP e mixtape, ai quattro album di studio, dove attraverso i suoi versi duri, i suoi inni politicamente carichi di significato e le sue esibizioni radicali, Lamar è diventato un faro di luce per molte persone in America.

Nelle quasi 300 pagine del libro, la nascita di un poeta visionario moderno, un'icona americana capace di regalare speranza alle vittime dell'oppressione tanto sociale quanto razziale. Noto anche per i suoi numerosi riconoscimenti, Lamar viene considerato uno dei rapper più influenti della sua generazione, se non tra i migliori artisti Hip-Hop di tutti i tempi. Un conscious rapper moderno, attraversato dalla fede religiosa, antistar e curioso di attingere dalle radici della black music più classica, fino alle sperimentazioni jazz rap. L'autore Marcus J. Moore è un pluripremiato giornalista musicale, editor, e commentatore della cultura pop, i cui scritti possono essere trovati su Pitchfork, The Washington Post, Entertainment Weekly, The Nation, NPR, The Atlantic, BBC Music e MTV. Nel 2009, ha lanciato il suo sito, DMV Spectrum, che si occupa di musica e spettacolo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli