Buy Tuscany 2019: 5mila trattative avviate, 138 buyer da tutto mondo -2-

red/rus

Roma, 25 ott. (askanews) - Per Francesco Palumbo, direttore di Toscana Promozione Turistica "eventi come il Buy Tuscany connotano fortemente l'attività di Toscana Promozione Turistica e ne rappresentano più di altri la mission: connettere la Toscana e la sua straordinaria offerta con la grande domanda internazionale, selezionando i target ed i filoni più convenienti ed interessanti per il modello di sviluppo turistico che scegliamo per il nostro futuro". Al Buy Tuscany hanno avuto modo di incontrarsi 115 operatori toscani e 138 buyer, in rappresentanza dei più importanti Tour Operator, nazionali e internazionali, provenienti da 39 paesi europei ed extra europei. Questi i 10 Paesi esteri maggiormente rappresentati: USA, Italia, Germania, Gran Bretagna, Danimarca, Ucraina, Paesi Bassi, Russia, Francia e Lettonia. I cluster seller più rappresentati sono stati Leisure - Country & Flavours; Leisure - Art Cities & Towns e infine, Luxury Wine Resort. Queste invece, le categorie più rappresentate: Hotels; Incoming agencies & TO;

Farmhouses/Agriturismo; Ville/Relais e Wine Resort. I buyer hanno maggiormente richiesto i seguenti 3 cluster: Luxury Wine Resort; Relax & Wellness e Country & Flavours. Prossima tappa a marzo 2020, con il Buy Tuscany 'on the road', dedicato al Sistema Termale Toscano, e all'indotto collegato, con una due giorni tra Saturnia e Chianciano Terme.