C'è la data dell'incontro papale per il congedo dal suo ruolo di Presidente della Repubblica.

·2 minuto per la lettura
Mattarella da papa Francesco
Mattarella da papa Francesco

Il mandato del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Quirinale finirà all’inizio del 2022 e l’attuale Capo dello Stato ha espressamente dichiarato di non essere interessato ad un eventuale secondo mandato. “Sono vecchio”, aveva detto Mattarella qualche mese fa per sottolineare la sua volontà di chiudere questa esperienza che per lui è stata ricca di colpi di scena vista la pandemia e soprattutto le molte crisi di governo che ha dovuto gestire. Ad ulteriore conferma della voglia del Quirinale di chiudere un ciclo è stato già annunciato che il prossimo 16 dicembre Mattarella andrà da Papa Francesco in Vaticano per un’udienza di congedo dal suo ruolo di Presidente della Repubblica.

Mattarella da papa Francesco il 16 dicembre

La notizia dell’incontro tra Matteralla e papa Francesco è stata diffusa con ben 100 giorni d’anticipo, proprio per escludere ogni dubbio sulla possibilità che possa esserci un secondo mandato per l’attuale inquilino del Quirinale, così come era avvenuto invece per il suo predecessore, Giorgio Napolitano.

Mattarella da papa Francesco per l’udienza di commiato da Quirinale

Mattarella è apparso negli ultimi mesi fortemente contrariato da quanto stesse avvenendo in Parlamento, con forti critiche rivolte alle forze politiche capaci solo di litigare ed innescare una crisi di governo nel periodo più buio della pandemia in Italia dello scorso inverno. La sua scelta ferma per formare un nuovo governo era ricaduta su Mario Draghi, al quale ha chiesto di traghettare il paese verso la fine della legislatura in corso, al 2023, senza che potessero esserci altri cambi e instabilità politiche che affossassero i progetti e gli impegni che l’Italia ha preso con l’Europa con il Recovery Fund.

Mattarella da papa Francesco

L’udienza di commiato al cospetto di Papa Francesco sarà dunque per Mattarella uno degli step conclusivi del suo mandato, già entrato nel cosiddetto semestre bianco. Intanto sono molti i nomi che quotidianamente vengono fatti per il suo successore, con tutti i partiti che sperano di riuscire a stringere alleanze strategiche per far eleggere il proprio candidato. Per il centrodestra si fanno i nomi di Gianni Letta e, soprattutto, di Silvio Berlusconi, mentre a sinistra salgono le quotazioni di Paolo Gentiloni. Sempre forte anche l’opzione che possa essere Mario Draghi il nuovo Presidente della Repubblica, con l’ex capo della Bce che da Palazzo Chigi si sposterebbe al Quirinale e come primo atto dovrebbe indire nuove elezioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli