C'è l'accordo per la fusione tra Fca e Peugeot

Fca e Psa hanno raggiunto l'accordo per la fusione. Lo scrive il Wall Street Journal citando due fonti vicine al dossier. In particolare, il cda di Psa avrebbe già dato anche il via libera formale all'operazione, mentre e' ancora riunito quello del gruppo italiano. L'annuncio ufficiale è atteso per domani, giovedì 31 ottobre. 

Secondo il Wall Street Journal, John Elkann sarà il presidente del nuovo gruppo e Carlos Tavares il nuovo amministratore delegato. Psa avrà 6 componenti del cda, mentre a Fca ne andranno 5.

Una fusione tra Fca e Psa creerebbe un 'gigante' da 50 miliardi di dollari (45 miliardi di euro). Lo scorso anno, Psa ha realizzato un fatturato di 74 miliardi di euro, mentre Fca ha raggiunto quota 110 miliardi. Sul mercato azionario, il gruppo francese capitalizza 22 miliardi di euro contro i 18 miliardi di quello italo-americano.

Insieme le due case vendono nel mondo 8,7 milioni di auto. Un numero che collocherebbe il nuovo gruppo al quarto posto dopo Volkswagen, che vende 10,8 milioni di auto, e Nissan-Mitsubishi e Toyota, a quota 10,6 milioni. Verrebbe superata invece General Motors che immatricola 8,4 milioni di veicoli.

Non solo, Fca aumenterebbe il suo business europeo grazie ai 2,5 milioni di veicoli venduti da Peugeot che si sommerebbero al milione di Fiat Chrysler. Nel Vecchio Continente il neo gruppo se la batterebbe con Volkswagen che ha una quota di mercato del 24%. La fusione dei due gruppi riunirebbe i marchi Alfa Romeo, Chrysler, Citroen, Dodge, Ds, Jeep, Lancia, Maserati, Opel, Peugeot e Vauxhall. ​​