C’è chi dice no, Minecraft chiude al Web3

(Adnkronos) - Lo sviluppatore di Minecraft, Mojang Studios, ha affermato che la tecnologia blockchain o gli NFT “non possono essere integrati all’interno delle applicazioni client e server”. La società svedese ha dunque chiuso alla possibilità di un prossimo approdo nel Web3, smentendo voci che si susseguivano da mesi e che sostenevano che anche Minecraft avrebbe prima o poi seguito la tendenza generale del comparto gaming alla digitalizzazione delle risorse. Una scelta motivata da argomentazioni di carattere etico, con Mojang che parla di “incompatibilità con i valori di cooperazione promosso dal gioco”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli