C’è Posta Per Te, la storia contrastata di Daphne e Gabriele

C’è Posta Per Te, la storia contrastata di Daphne e Gabriele

Daphne e Gabriele sono i protagonisti della puntata di C’è Posta Per Te di sabato 29 febbraio. I due giovani vivono un amore fortemente contrastato dalla famiglia di lei, che non accetta affatto il rapporto con Gabriele. Soprattutto il padre di Daphne è apparso inamovibile: non può tollerare la relazione della figlia con Gabriele ed è arrivato a metterla alla porta.

Ora i due ragazzi vivono insieme nella casa dei genitori di Gabriele, ma Daphne soffre molto la rottura con i suoi. Per questo motivo, si è rivolta a Maria De Filippi, sperando di ricucire il rapporto con mamma e papà. Il padre di Daphne, Lucio, è apparso deciso: “Avevamo fatto un dialogo con lei. Siccome sapevo i percorsi che faceva lei abbiamo fatto un dialogo. Invece ha fatto tutto l’incontrario di quello che aveva promesso“. Poi ha aggiunto, amareggiato: ” Non è la persona fisica. Non è la persona giusta per lei”, riferendosi a Gabriele.

C’è Posta Per Te, Daphne e Gabriele attaccati dai genitori

Daphne ha prontamente ribattuto: ” Io sono felice con Gabriele, e mio padre dovrebbe essere felice che la figlia sia felice e non soffra come lui“. Lucio si è fatto ancora più duro, spingendosi a un paragone antipatico con l’altra figlia: “Ha la F grande, è intelligentissima”. Maria De Filippi ha cercato di mediare, facendo notare all’uomo quanto fossero forti i suoi toni. Poi la conduttrice ha chiesto a Lucio: “E se un giorno diventaste nonni? Recuperereste il rapporto con lei?”. Drastica la risposta del padre, che ha prontamente affermato: ” Non mi interessa niente”. Da qui, la decisione di chiudere la busta e di non incontrare la figlia con il fidanzato. La storia ha scatenato le reazioni sui social: su twitter molteplici messaggi di solidarietà a Daphne e Gabriele.