Cacciari: il cervello è un'orchestra che compone mentre suona

Lme
·1 minuto per la lettura

Milano, 18 nov. (askanews) - "E' un'orchestra che compone la sinfonia che sta suonando, suona componendo e compone suonando: così funziona il nostro cervello, questo è il livello della cooperazione, di cui il cervello è l'esempio. L'organismo cervello è l'esempio, fino a quando funziona, di una perfetta cooperazione di parti diverse, ognuna delle quali ha la sua relativa specializzazione, ma informa di sé tutte le altre". Lo ha detto il filosofo Massimo Cacciari, tra i relatori del primo convegno organizzato da Fondazione Prada nell'ambito del grande progetto internazionale Human Brains. "Questo - ha aggiunto Cacciari - è quello che gli scienziati intervenuti qui hanno chiamato Global Workspace, questo è il cervello: uno spazio di lavoro globale. Ed è un esempio straordinario di come dovremmo lavorare noi. E' anche uno straordinario insegnamento etico quello che il cervello ci fornisce. Il cervello impazzisce quando alcune parti cessano di informare le altre, si separano dalle altre, per una ragione o per l'altra vengono colpite e si separano dalle altre e questo fa venir meno il funzionamento del cervello".