Cadavere nel Garigliano: corpo di una donna incinta nel fiume

Cadavere nel Garigliano: corpo di una donna incinta nel fiume

A pochi giorni dal ritrovamento di Helen O’Brien nel fiume Mersey, un altra vittima spunta tra le acque di un corso d’acqua. Stiamo parlando del fiume Garigliano nel territorio di Sessa Aurunca nel casertano. Il corpo senza vita della donna sarebbe stato rinvenuto a Baia Domizia, a confine tra Campania e Lazio. La salma è stata notata da un passante, incastrata tra gli arbusti della riva.

Sul posto il reparto sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Caserta e i Carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca. La donna non aveva documenti addosso che le permettessero di essere riconosciuta. Nei prossimi giorni l‘autopsia si occuperà di indagarne l’identità della vittima e la modalità del decesso.

Cadavere nel Garigliano

Aperte nel pomeriggio di ieri le indagini sul cadavere rinvenuto in mattinata nel fiume Garigliano. Segue l’inchiesta il magistrato della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Il corpo apparterrebbe ad una donna italiana o dell’est Europa di età compresa tra i 30 e i 40 anni. Dai primi accertamenti la vittima sarebbe in stato di gravidanza.

Dopo il recupero il cadavere è stato trasportato all’istituto di medicina legale di Caserta, dove nei prossimi giorni è prevista l’autopsia per stabilirne l’identità e le cause della morte. Ad un primo esame esterno gli inquirenti non hanno rinvenuto visibili segni di violenza che potrebbero però essere già stati cancellati dalla permanenza in acqua.

Indaga sul caso il reparto Carabinieri di Sessa Aurunca. Resta da stabilire ora, oltre all’identità della vittima, se la donna sia caduta, o sia stata gettata, nel luogo del ritrovamento del corpo, o se invece il cadavere sia stato trasportato in quel luogo dalle acque del fiume Garigliano.