Cadavere nel Lago d’Iseo, rintracciata la moglie

Lago d'Iseo, ritrovato cadavere

Il giallo del Lago d’Iseo potrebbe volgere al termine. Elva Kurti, la moglie di Rosario Tilotta, arriverà in Italia nei prossimi giorni. La donna, che al momento si troverebbe in Montenegro, aveva lasciato l’Italia nel 2007 in seguito alla scomparsa del marito. Rosario Tilotta, pensionato di 59 anni, era scomparso nel 2004 senza lasciare tracce o indizi. La coppia si era trasferita nei vigneti di Rosciate, in provincia di Bergamo, poco prima della scomparsa dell’anziano che oggi avrebbe 75 anni.

L’auto, una Ford Fiesta, contenente il cadavere dell’uomo è stata individuata qualche giorno fa da due sub di Palazzolo sull’Oglio, che hanno prontamente lanciato l’allarme. Ancora da accertare la reale identità dell’uomo. I Carabinieri di Bergamo hanno contattato, oltre alla moglie, anche il fratello dell’uomo per cercare di ricostruire l’accaduto. Il pubblico ministero incaricato, Giancarlo Mancusi, non ha ancora aperto un fascicolo sul caso in attesa di conferme sull’identità del cadavere.

Lago d’Iseo, cadavere recuperato venerdì

Le operazioni di recupero della Ford Fiesta, situata a circa 80 metri di profondità nel Lago d’Iseo, sono iniziate ieri e dovrebbero proseguire fino a venerdì prossimo. Nei prossimi giorni, infatti, i Carabinieri subacquei di Genova si occuperanno del rinvenimento. Al momento vige un divieto di immersione e navigazione in tutto il tratto di lago interessato. Una volta recuperata la carcassa dell’auto e lo scheletro rinvenuto al suo interno, si potrà accertare l’identità del corpo. Ogni possibile ipotesi è al momento al vaglio degli inquirenti.