Cadavere ritrovato su una spiaggia a Ragusa: mutilazioni sul corpo

cadavere-spiaggia-ragusa

Macabro ritrovamento a Vittoria, in provincia di Ragusa, dove un cadavere parzialmente mutilato è stato rinvenuto sulla spiaggia della frazione balneare di Faro a Scoglitti, nei pressi della Riviera Lanterna. Stando ai primi rilevamenti sembrerebbe che il corpo, in avanzato stato di decomposizione, appartenga ad una donna anche se al momento sono ancora in corso gli accertamenti del caso per stabilirne le cause della morte. Sulla scoperta stanno indagano gli inquirenti.

Trovato cadavere su una spiaggia a Ragusa

Il rinvenimento del cadavere segue di un giorno quello di alcune parti del corpo (tra cui un arto) ritrovati nella giornata del 14 novembre sempre sulla stessa spiaggia del ragusano. Il corpo è ormai ridotto ad uno scheletro e quindi praticamente irriconoscibile, segno che dev’essere rimasto per lungo tempo in acqua esposto agli agenti atmosferici.

Sul luogo del ritrovamento è stato rinvenuto anche un giubbotto blu con alcune etichette rosse su di una manica, ma attualmente è ancora da chiarire sia appartenuto alla vittima, presumibilmente una donna secondo i primi accertamenti. Intervenuti sul pasto anche gli uomini dei Carabinieri e della Capitaneria di Porto di Ragusa.

L’ipotesi del migrante annegato

Gli investigatori che al momento stanno lavorando sul caso non escludono l’ipotesi che il cadavere ritrovato possa appartenere ad un migrante africano morto mentre tentava di attraversare il Mar Mediterraneo, le cui correnti hanno poi trasportato il corpo per settimane fino alla spiaggia di Vittoria. Nel frattempo, la procura ha aperto un fascicolo d’indagine per omicidio mentre su ordine della magistratura la salma è stata trasportata all’obitorio del cimitero di Vittoria, dove nelle prossime ore il medico legale eseguirà l’esame autoptico.