Cadavere trovato a Vanzaghello con bruciature e volto tumefatto: indagini in corso

Carabinieri al lavoro sul "giallo del lago"
Carabinieri al lavoro sul "giallo del lago"

Tragedia a Vanzaghello, comune a pochi chilometri dall’aeroporto di Malpensa, dove nella mattinata di sabato 7 maggio 2022 un uomo è stato trovato cadavere in una piazzola di sosta: secondo le prime indagini sarebbe stato pestato a sangue.

Cadavere trovato a Vanzaghello

Il rinvenimento è avvenuto ai bordi della statale 336, una bretella dell’arteria che porta all’aeroporto, da parte di alcuni automobilisti di passaggio che hanno allertato le forze dell’ordine. Giunti sul posto, i poliziotti del Commissariato si sono trovati davanti un uomo di età compresa tra i 20 e i 30 anni con il volto tumefatto e con segni riconducibili ad una selvaggia aggressione. Portava infatti segni di bruciatura, aveva le gambe spezzate e un pile poggiato sui pantaloni, tutti segnali di un omicidio i cui contorni sono ancora tutti da chiarire.

Indagini in corso

La zona è conosciuta dagli investigatori per la frequentazioni di tossici e spacciatori, che si aggirano soprattutto tra i boschetti di Vanzaghello e Lonate Pozzolo: per questo una vendetta nel mondo dello spaccio sembrerebbe essere l’ipotesi più accreditata.

Maggiori informazioni giungeranno però dall’autopsia, che chiarirà le reali cause del decesso e sarà anche utile per identificare la vittima. Non avendo documenti con sé, gli inquirenti non gli hanno infatti ancora dato un nome e stanno comparando le impronte digitali con le banche dati, ammesso che il giovane sia mai stato censito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli