Cade in un burrone durante una battuta di caccia: morto un 22enne

Cade in un burrone e muore

L’episodio è avvenuto nella zona del monte Pora, l’altura che sovrasta la Valcamonica. Due amici si sono dati appuntamento per una battuta di caccia ma per uno di loro la mattinata si è volta in tragedia. Dopo essersi allontanato, il ragazzo cade in un burrone e muore sul colpo.

Cade in un burrone e muore

Il ragazzo in questione è Alex Bertoli, figlio dell’ex vicesindaco di Angolo Terme Elisa Mai. Mentre stava cacciando con l’amico, si sarebbe avventurato da solo in un sentiero molto ripido. Di lui più nessuna traccia fino a quando, forse a causa del fondo bagnato, è scivolato in un burrone per oltre 100 metri e ha iniziato ad urlare.

L’amico ha immediatamente chiamato i soccorsi. Da Brescia è partito un elicottero con un medico, un tecnico e due soccorritori. Il soccorso alpino ha anche allertato le squadre della stazione di Breno e altri uomini per un eventuale supporto all’equipe nella piazzola dell’elisoccorso di Angolo. Ma a nulla è servito il tempestivo intervento: il personale sanitario non ha potuto far altro che constatare il decesso del giovane.

Una volta ottenute le autorizzazioni, il suo corpo è stato recuperato dal soccorso alpino e restituito alla famiglia.

La vicenda di Emanuele Ossoli

Lo stesso tragico epilogo ha avuto la vicenda di Emanuele Ossoli. Non avendolo visto rientrare a casa dopo un’escursione, la famiglia aveva allertato i soccorsi. Dopo giorni di ricerche, il corpo del 25enne è stato trovato senza vita in un canale in cui è presumibilmente scivolato mentre si trovava sul sentiero che conduce al rifugio Curò in Valbondione.