Cagliari, uomo arrestato per aver aggredito la moglie si suicida in ospedale

·1 minuto per la lettura
Arrestato si suicida in ospedale
Arrestato si suicida in ospedale

Un uomo arrestato dalle forze dell’ordine per aver aggredito la moglie è morto suicida all’ospedale di Cagliari 24 ore dopo il fermo: si è gettato dalla finestra del settimo piano ed è deceduto sul colpo.

Arrestato si suicida in ospedale

Tutto ha avuto inizio nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 ottobre 2021, quando i Carabinieri hanno ricevuto alcune segnalazioni che parlavano di violenze in un appartamento. Giunti sul posto, i militari hanno fermato l’uomo, un cittadino di origini filippine da anni residente nel capoluogo dell’Isola, che aveva poco prima aggredito la moglie con una bottiglia di vetro.

Hanno dunque allertato i sanitari del 118 che hanno trasferito entrambi in ospedale, la donna al Brotzu e l’uomo al Pronto soccorso del Policlinico di Monserrato. I medici hanno però optato per trasportare anch’egli al Brotzu perché aveva bisogno di un intervento chirurgico al tendine per via delle sue ferite.

Arrestato si suicida in ospedale a 24 ore dal fermo

A distanza di 24 ore dall’arresto, la decisione di compiere il tragico gesto. Mentre era ricoverato nel reparto di Ortopedia, l’uomo si è gettato dal settimo piano. Le forze dell’ordine e la struttura, dopo la caduta, non hanno potuto far altro che constatare il suo decesso. I traumi e le fratture riportate si sono infatti rivelati troppo gravi e hanno impedito ogni manovra di rianimazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli