Cala il sipario su Mercato Mediterraneo, forum sul Mare Nostrum -2-

Red/Apa

Roma, 13 nov. (askanews) - "Per il terzo anno - spiega la curatrice culturale di Mercato Mediterraneo, Francesca Rocchi - abbiamo cercato di sintetizzare in solo quattro giornate di salone tutto ciò che questo immenso mare può raccontare in termini di risorse economiche, culturali e sociali. Ma soprattutto abbiamo voluto puntare i riflettori sulle enormi potenzialità che può ancora esprimere per ribadire la sua centralità a livello globale e sulle tante sfide da affrontare, a partire da quella della sostenibilità, che rappresenta ormai una priorità non solo per i Paesi del Mediterraneo ma per l'intero Pianeta".

A chiudere la fiera, in particolare, il seminario "Il Cibo del Mare" con la partecipazione di un centinaio di cuochi di APCI - Associazione Professionale Cuochi Italiani, all'opera inoltre con divertenti show cooking. Spettacoli tra i fornelli che durante Mercato Mediterraneo sono andati in scena anche presso la cooking station del CAR (a cura di Fabio Campoli e il suo gruppo di Azioni Gastronomiche e Prodigus.it) e l'area del MIPAAF, declinando le straordinarie risorse ittiche nel piatto.

Spazio, inoltre, alla consegna del premio Roma Food Exhibition "Critico enogastronomico 2019" - curato da Fiera Roma, Excellence e Emergente del critico enogastronomico Luigi Cremona - che nasce nell'ambito dell'omonimo nuovo grande evento diffuso lanciato quest'anno. Il riconoscimento, frutto di un'accurata selezione dello stesso Cremona e dell'APCI, ha eletto Sonia Ricci di Repubblica come migliore giornalista enogastronomico dell'anno per il suo impegno nella divulgazione dei temi legati al Food&Wine.

Un comparto, quest'ultimo, che conferma Roma come Capitale mondiale e, secondo TripAdvisor, anche regina d'Italia per gli utenti a caccia di esperienze a tavola. Analizzando le principali città italiane ricercate da utenti nazionali e internazionali sulla piattaforma di viaggi più grande al mondo, infatti, in base alle pagine 'ristoranti' visualizzate nel periodo gennaio-settembre di quest'anno, la Città Eterna è prima in assoluto (105 milioni di visualizzazioni), davanti a Milano (70 mln), Firenze (35 mln), Venezia (30 mln) e Napoli (25 mln). Ammontano inoltre a 260mila le recensioni pubblicate per le categorie ristoranti a Roma, mentre ad esempio Milano si attesta a 120mila, Firenze a 80mila, Napoli a 65mila e Venezia a 45mila. Su quest'ultimo fronte, i dati - presentati a Mercato Mediterraneo da Valentina Quattro e Ambra Grisotto di TripAdvisor insieme al vicedirettore di Fipe, Luciano Sbraga - dimostrano invece che sul panorama europeo Roma è al secondo posto, pur tallonando Londra (290mila). Un testa a testa, comunque, che si gioca a grandi distanze da Parigi (195mila), Barcellona (145mila), Amsterdam (60mila) e Berlino (55mila). Guardando poi ai top 10 Paesi, le tre nazioni che più di tutte generano traffico sulle pagine viste su Roma in riferimento ai ristoranti sono Regno Unito (13,5%), Stati Uniti (13%) e Francia (11%), seguite da Spagna, Germania, Russia, Paesi Bassi, Grecia, Giappone e Brasile. Ad essere più attivi quando si tratta di dare 'raccomandazioni' sono perlopiù le coppie (38%), come accade a Venezia, Firenze, Napoli, Parigi, Barcellona, Amsterdam e Berlino. Mentre a Milano e Londra sono soprattutto gli amici. Sul fronte infine delle recensioni online, gli oltre 10mila ristoranti di Roma presenti su TripAdvisor sono per la maggior parte giudicati come 'molto buoni' (50,5%) e 'eccellenti' (7%), con solo un 2,6% bocciato.