**Calabria: la scossa di Irto per sbloccare stallo, arriva conferma fiducia da Letta** (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – De Magistris ha detto che non parteciperà alle primarie del centrosinistra, a cui Irto invece aveva già dato appunto la disponibilità e in ballo poi c'è la grillina Dalila Nesci che in un'intervista al Corriere della Sera, alcuni giorni fa, ha proposto i gazebo avanzando la sua candidatura. La Calabria può essere il laboratorio dell'alleanza con il Pd, anche in vista delle elezioni politiche, sostiene la sottosegretaria grillina. Ma non tutti nei 5 stelle la vedono così. E la stessa Nesci sembra alludere a un intervento che possa sciogliere i dubbi. Quello di Giuseppe Conte. "Bene intesa creata per Napoli. Auspico lo steso entusiasmo in Calabria" ha scritto su Fb.

Intanto tra i dem si moltiplicano gli appelli pro-Irto dalla capogruppo Simona Malpezzi agli ex-zingarettiani Nicola Oddati, Stefano Vaccari e Marco Furfaro. "Irto -dice Alessandro Alfieri, coordinatore di Base Riformista- si è messo a disposizione con generosità dando la disponibilità a correre per le primarie. Purtroppo, pur registrando positive aperture da alcuni esponenti dei 5 stelle, assistiamo al netto rifiuto di De Magistris a confrontarsi alle primarie. Perdere una figura autorevole come quella di Nicola Irto sarebbe una sconfitta per tutti noi. Ora serve una reazione: lavoriamo insieme perché ci ripensi''.

Boccia giovedì sarà in Calabria per affrontare la questione. E Letta, da parte sua, chiede una soluzione in tempi rapidi. "Non si può andare oltre questa settimana. Oggi la Calabria è una terra martoriata che ha un governatore che non la rappresenta come dovrebbe essere rappresentata. Noi abbiamo la volontà di dare alla Calabria un futuro che sia diverso da quello che le sta dando Spirli'. Lo faremo con un rinnovamento, anche dei gruppi dirigenti".