Calabria, Lezzi: Cis sono tasselli del nostro piano per il Sud

Red/Cro/Bla

Roma, 29 lug. (askanews) - "Quelli che troppo spesso sono naufragati nel corso di decenni sono stati piani - per il Sud - eccessivamente ambiziosi, progetti faraonici completamente decontestualizzati rispetto alle caratteristiche dei territori" che "sono serviti più come vetrine per la politica che per il bene delle comunità. I Contratti istituzionali di sviluppo sono altra cosa: prevedono la realizzazione di progetti mirati, in tempi più rapidi rispetto al normale, che si vanno ad aggiungere e a integrare con le altre politiche che il governo sta mettendo in campo per il Mezzogiorno. E' uno dei tasselli del nostro piano per il Sud, insieme al rilancio delle infrastrutture, sostegno alle imprese, al lavoro e alla ricerca". Così il ministro per il Sud Barbara Lezzi in uno dei passaggi dell'intervista pubblicata oggi dal Corriere della Calabria. Rispetto al rischio di infiltrazioni mafiose nell'erogazione dei fondi e nella realizzazione delle opere, Lezzi afferma: "La presenza domani a Catanzaro del presidente della Commissione Antimafia Nicola Morra vuole essere un segnale molto chiaro: sappiamo dove ci apprestiamo ad intervenire, l'attenzione sarà massima. Gestiremo la cabina di regia dei due Cis a livello centrale: i territori saranno giustamente coinvolti e avranno un ruolo attivo, ma tutto verrà supervisionato".