Calabria, M5S: "Prendiamo le distanze da nomina Zuccatelli"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Dopo un sofferto confronto istituzionale durato un’intera giornata, a seguito della bufera che ha travolto il generale Saverio Cotticelli, non possiamo che prendere le distanze dalla nomina di Giuseppe Zuccatelli come commissario straordinario della sanità calabrese che ha creato grande imbarazzo tra noi portavoce del Movimento 5 Stelle. A seguito dell’uscita del video che lo riprende mentre esprime colorite teorie empiriche quasi negazioniste sulle modalità di contagio del virus CoVid 19, a una settimana dalla proclamazione della Calabria “zona rossa”, la nomina frettolosa di Zuccatelli si è rivelata inopportuna, un’inaccettabile beffa per i cittadini, costretti a restrizioni sulle attività produttive, sulla frequenza scolastica in presenza, non per il numero dei contagi, ma per una gestione sanitaria inadeguata a cui oggi la politica è chiamata a porre rimedio". Lo scrive su Facebook Elisa Scutellà (M5S).

"Dopo le dimissioni del generale Cotticelli - aggiunge - non possiamo permetterci un’altra figura inadeguata a sovrintendere alla sanità calabrese. È fondamentale avere la certezza che la Calabria sia messa questa volta in buone mani. Siamo sicuri che il nuovo decreto potrebbe essere salvifico per la sanità calabrese solo se la sua attuazione sarà affidata alle persone giuste. Firmato da: 1) Bianca Laura Granato 2) Giuseppe Fabio Auddino 3) Silvana Rosa Abate 4) Elisa Scutellà 5) Elisabetta Barbuto 6) Francesco Sapia 8) Alessandro Melicchio 9) Margherita Corrado 10) Laura Ferrara 11) Pietro Marasco 12) Giuseppe Giorno 13) Micaela Anselmo 14) Pietro Santoro 15) Milena Gioè".