Calabria, Nucera a Oliverio: in sanità politica ha fatto solo affari

Pol

Roma, 24 set. (askanews) - "Nel settore della sanità pubblica la politica ha sempre fatto solo e soltanto affari". È la denuncia dell'imprenditore Giuseppe Nucera, promotore del movimento 'La Calabria che vogliamo' e candidato alla presidenza della Regione, a commento dell'incontro a Roma tra il presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e il ministro della Salute, Roberto Speranza.

"In Calabria abbiamo due tipi di sanità - spiega Nucera - la sanità gestita dai privati che eccelle, non solo nella nostra regione, ma in tutto il territorio nazionale. Si potrebbe quasi dire che i presidi sanitari calabresi superino di gran lunga quelli della sanità lombarda. Poi c'è la sanità pubblica, una vera vergogna per i calabresi".

"La verità - chiosa il candidato governatore - è che la politica calabrese vede nella sanità un'occasione per fare clientelismo e assunzioni agli amici. È indispensabile rivedere con rapidità la sanità pubblica. Per la 'Calabria che vogliamo' deve tornare ad essere gestita dai medici e dai primari. Il politico non ha le capacità professionali per poter garantire la piena tutela della salute".