Calabria, Salvini: "Gino Strada? Regione ha altri professionisti"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Gino Strada per la sanità in Calabria? Non capisco perché. Hanno tanti professionisti da scegliere tra Reggio, Catanzaro e Cosenza". Lo dice Matteo Salvini, a radio Rtl 102.5, ribadendo il suo no al nome di Gino Strada per la sanità in Calabria. Il leader della Lega si esprime anche sull'inchiesta che coinvolge il presidente del consiglio regionale calabrese, Domenico Tallini, finito ai domiciliari. "Ho mandato gli auguri di buon lavoro a Nicola Gratteri, che conosco e stimo, quando c'è da fare pulizia ben venga chi lo fa. Tallini - aggiunge Salvini - mi ha attaccato più volte, non ne conosco le vicende, ma se si muove Nicola Gratteri si vede che ha le ragioni per farlo. Spero che anche questo spinga il governo a dare una risposta i calabresi, sulla nomina dei commissari, scelgano un calabrese", conclude Salvini.

Capitolo centrodestra: "A me interessano i rapporti con gli italiani, che per quanto mi riguarda devono essere sempre trasparenti", dice Salvini, rispondendo a una domanda sui rapporti con gli alleati, con Forza Italia e Fdi, dopo le aperture di Silvio Berlusconi al governo per la collaborazione.

"L'appello di Mattarella - ricorda il leader della Lega - è alla collaborazione, non agli inciuci o ai rimpasti, mi sembra che per Pd, Cinques Stelle, Renzi e anche per qualche pezzo di Forza Italia si stia parlando di posti, non di cose da fare. Ambiguità di Berlusconi? Io non voglio pensare a scambi di interessi politici e aziendali, Mediaset va tutelata, è una grande azienda, ha 3500 dipendenti, miliardi di euro di fatturato, ma non ha bisogno di aiutini, non voglio lontanamente pensare che ci siano scambi di interessi e favori".