Calabria, Zuccatelli: il curriculum del nuovo commissario

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Nominato ieri sera dal consiglio dei Ministri come commissario per la sanità in Calabria Giuseppe Zuccatelli, 76 anni originario di Cesena, ha un passato da commissario e sub commissario per la sanità in diverse regioni. La sua nomina è arrivata ieri a tarda sera al posto di quella di Saverio Cotticelli, dimissionario in seguito all’ammissione in un’intervista tv di non essere a conoscenza delle disposizioni del governo né tantomeno di essere stato incaricato anche del programma operativo per la gestione dell’emergenza covid.

Zuccatelli, considerato vicino a Liberi e Uguali, è stato presidente dell’agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) e negli anni ha avuto diversi incarichi manageriali oltre che nella sua regione di origine anche in Abruzzo, in Campania e nelle Marche fino ad arrivare lo scorso anno in Calabria per guidare da commissario straordinario l’azienda ospedaliera ‘Pugliese Ciaccio’ e l’azienda ospedaliera universitaria ‘Mater Domini’ di Catanzaro.

La nomina arrivata ieri sera è stata seguita subito da polemiche legate a un video risalente a mesi fa in cui Zuccatelli affermava che “la mascherina non serve a un cazz...quello che serve e’ la distanza”. Parole precisate questa mattina dal neocommissario, positivo e in quarantena, che ha spiegato come si tratti di “affermazioni errate estrapolate impropriamente da una conversazione privata e che risalgono al primo periodo della diffusione del contagio” e ci tiene a ribadire ora il mio neocommissario “le mascherine sono parte fondamentale della strategia di contrasto al covid. Invito tutti ad utilizzarle così come a rispettare il distanziamento fisico”.