Calcio: Blessin, 'magari Juve penserà a Coppa Italia, salvezza possibile'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Genova, 5 mag. – (Adnkronos) – Dopo la sconfitta nel derby, il Genoa cerca un mezzo miracolo per raggiungere la salvezza. Il prossimo sarà un ostacolo ostico: al Marassi, c'è la Juventus di Allegri (in diretta su Sky Sport Calcio e Sky Sport 4K, in streaming su Now). Calcio d'inizio venerdì 6 maggio ore 21. Ai microfoni di Sky Sport, Alexander Blessin ha parlato della lotta salvezza, aritmeticamente ancora possibile: "Esistono possibilità per salvarci, ci sono ancora 9 punti a disposizione, è aritmeticamente possibile, e finché è possibile io ci credo".

La dirigenza del Genoa ha confermato il tecnico tedesco per la prossima stagione anche in caso di retrocessione: "Ho sentito anch’io queste parole (ride). Ho un contratto, e mi piace lavorare qui. E mi piace certamente a prescindere… questa era la mia mission. Questo è un progetto a lungo termine, quando sono arrivato avevamo previsto e pianificato il futuro a prescindere dalla categoria. Ma ora siamo concentrati sul weekend e fissare ogni dettaglio".

Oltre alla lotta per la salvezza, l'allenatore rossoblù ha commentato il prossimo avversario, la Juventus: "Quando si perde non è mai facile. Ma se confronto la prossima partita, con la Juventus sarà un match completamente diverso. Loro indubbiamente partono davanti a noi, hanno grandissima qualità individuale, noi dobbiamo badare a questo ma ho sentito che possono cambiare qualche giocatore, e il loro focus forse è sulla Coppa Italia. La questione è quanti giocatori cambierà, ma non parlo di questo perché hanno talmente tanta qualità che se per esempio non giocano Pellegrini o Danilo tanti altri possono prendere il loro posto".

Poi Blessin spiega cosa dovrà fare la sua squadra: "La Juve sarà in ogni caso una grande squadra sul campo contro di noi. Noi dovremo fare qualcosa in più, con molto coraggio, per provare a dargli fastidio, stressarli e portarli a dire: forse per noi oggi non è il giorno migliore, concentriamoci sulla finale di Coppa Italia…".

Sguardo rivolto alla prossima partita, ma pensiero anche al derby perso e all'errore dal dischetto di Domenico Criscito: "È il nostro capitano, e ha molta esperienza – ha commentato l'allenatore rossoblù – Si è preso la responsabilità del rigore, non ha segnato, e in quel momento non ha cambiato troppo la nostra situazione perché per salvarci dobbiamo vincere. Ma la sua reazione in settimana è stata molto buona, si è allenato bene e per questo speriamo abbia recuperato bene. È pronto a giocare? Certamente".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli