Calcio: Brasile-Argentina, albiceleste rientrata a casa e verdeoro rischiano sanzione

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

San Paolo, 6 set. (Adnkronos) – La Nazionale argentina di calcio è già rientrata a casa dopo lo scandalo in Brasile. La squadra di Scaloni è tornata subito dopo quanto accaduto a San Paolo e giovedì riceverà la Bolivia. Stampa argentina scatenata con il quotidiano Olè che parla di "scandalo" per quello che è successo domenica. L'Anvisa (Agenzia Nazionale della Salute) è entrata in campo quando erano trascorsi appena sei minuti dall'inizio della partita e ha interrotto il gioco, sostenendo che alcuni giocatori dall'Argentina non potevano giocare. Dopo le discussioni la sospensione della gara su suggerimento della Conmebol, che pochi minuti dopo ha rilasciato una dichiarazione e ha passato la palla alla Fifa, che deve determinare e comunicare come affrontare la questione e se ci saranno delle sanzioni.

Il Brasile però ora rischia di pagare un conto salato a livello sportivo per quanto accaduto a San Paolo avrà conseguenze. La Cbf ha detto di aver negoziato con le autorità del governo per ottenere una deroga alle misure sanitarie per i quattro giocatori dell'"Albiceleste", con il caso che ora potrebbe arrivare fino all'inchiesta parlamentare attualmente in corso sulla gestione della pandemia da parte del governo, stando a quanto evidenziato da media locali. Il ministero della Salute del Brasile invece ha appoggiato la decisione di sospendere la partita. "Il ministero della Salute – si legge – rende noto di approvare e riconoscere le raccomandazioni di Anvisa, l'autorità responsabile della vigilanza sanitaria nel nostro Paese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli