Calcio: Calcagno (Aic), 'bilanciare aspetti economici e merito per salvare campionati' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “La nuova Champions League personalmente non mi piace -sottolinea il numero uno dell'Aic- perché prevede nuove gare che vanno ad aggiungersi ad un calendario che era già abbondantemente intasato prima della pandemia. Dobbiamo tutelare i top player con ragionamenti di sistema: con l’Europeo alle porte, per molti calciatori si prospetta una nuova stagione senza un adeguato periodi di riposo”.

“Dobbiamo salvaguardare il merito sportivo e i campionati nazionali cercare di coniugarli con gli aspetti economici, trovando il punto di equilibrio sulla distribuzione delle risorse che oggi, nel nostro sistema, è poco indirizzata verso il basso. Nella discussione in ambito federale -conclude Calcagno- ci stiamo ponendo il problema della gestione economica delle società, per recuperare la sostenibilità del sistema. Quando sento parlare di Salary cap ricordo sempre che per dieci anni lo abbiamo sperimentato in Serie B senza riscontrare alcun miglioramento. Dobbiamo trovare il giusto bilanciamento tra spese e ricavi, garantendo il sistema così come avviene in Lega Pro”.