Calcio: De Corato (Fdi), 'Assurde dichiarazioni Bakayoko, polizia ha agito come necessario'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 20 lug.(Adnkronos) – "Dopo che due giorni fa è stato pubblicato un video in cui Bakayoko viene controllato dalla polizia, il calciatore, a distanza di 17 giorni dal fatto, dichiara che gli agenti hanno messo in pericolo lui e il passeggero. Come? Puntandogli un’arma addosso. Peggio la pezza del buco". Lo afferma l’assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia, Riccardo De Corato, commentando le dichiarazioni del giocatore del Milan, Tiemoue Bakayoko.

"Secondo lui e tutte le eccelse menti che ieri hanno gridato allo scandalo -dice De Corato- come dovrebbe intervenire la polizia quando ferma un’auto o un individuo che, in base alle descrizioni ricevute, sospetta possa essere coinvolto in una sparatoria? Gli agenti, essendo, nel momento del controllo, esposti ad un pericolo non indifferente in quanto alla ricerca di criminali armati, avrebbero dovuto utilizzare uno scudo di cartapesta con una spada di legno per essere pronti a difendersi in caso di reazione violenta e armata da parte dei fermati? Ricordo ancora che la questura ieri ha affermato che il controllo, 'occorso in un contesto operativo che giustificava l'adozione delle più elevate misure di sicurezza, anche in funzione di autotutela, si è svolto con modalità assolutamente coerenti rispetto al tipo di allarme in atto'. Dunque: gli agenti hanno fatto il loro dovere".

Certo è, aggiunge l'assessore, che "se ci si muovesse a dotare le forze dell'ordine di strumenti di autotutela come i taser, non sarebbero costrette ad impugnare le pistole". In ogni caso, "non ci sarebbero potute essere conseguenze gravi nemmeno se fosse stato un comune mortale. Lo avrebbero comunque lasciato andare". E allora "mi auguro che la vicenda si concluda qui, senza altre assurde polemiche o dichiarazioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli