Calcio: Danimarca, messaggi sui diritti umani sul kit di allenamento ai Mondiali del Qatar 2022

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 nov. (Adnkronos) – La Danimarca indosserà messaggi che mettono in evidenza i diritti umani sul proprio kit di allenamento durante la Coppa del Mondo in Qatar del prossimo anno. La Federcalcio danese (Dbu) ha affermato che i suoi due sponsor del kit di allenamento lasceranno il posto a messaggi critici nei confronti del Qatar. La mossa arriva in mezzo al continuo controllo sul trattamento dei lavoratori migranti da parte del Qatar. La Dbu afferma che limiterà anche il numero di viaggi in Qatar di personale e giocatori prima del torneo, che inizierà a novembre 2022.

"La Dbu è stata a lungo fortemente critica nei confronti della Coppa del Mondo in Qatar, ma ora stiamo intensificando ulteriormente i nostri sforzi e il dialogo critico, in modo da sfruttare il fatto che siamo qualificati per lavorare per ulteriori cambiamenti nel paese", ha affermato Jacob Jensen, amministratore delegato della Dbu. "Inoltre, abbiamo da tempo attirato l'attenzione sulle sfide che Fifa e Qatar devono affrontare e continueremo a farlo".

Amnesty International ha pubblicato un rapporto di 48 pagine all'inizio di questo mese in cui afferma che i lavoratori migranti vengono sfruttati mentre aiutano a costruire stadi e infrastrutture per il torneo e Jensen ha affermato che la Danimarca ha sentito un "obbligo in più" di fare pressione sulla Fifa. "Abbiamo scritto alle autorità del Qatar e alla Fifa per spiegare la differenza tra i fatti che presentano e i fatti presentati da Amnesty", ha detto Jensen. "I nostri partner commerciali hanno deciso di non avere il loro spot sulle nostre maglie da allenamento durante i Mondiali".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli