Calcio: Dionisi avvisa il Milan, 'non faremo regali, stadio pieno stimolo anche per noi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Sassuolo, 18 mag. – (Adnkronos) – "La mia speranza è che il Sassuolo riesca a essere se stesso. Quella di domenica è una bellissima vetrina e dobbiamo godercela facendo il massimo". Parola di Alessio Dionisi. La prospettiva è quella della sfida al Milan, in programma domenica alle 18 al Mapei Stadium, con i neroverdi che saranno arbitri della lotta scudetto. Per la matematica certezza della vittoria del titolo, alla squadra di Stefano Pioli servirà non perdere. Di fronte, assicura l'allenatore alla Gazzetta dello Sport, ci sarà una squadra "che non farà da sparring partner. Ci danno poche possibilità di vittoria, me ne rendo conto. Il Milan è la squadra migliore e ha fatto un filotto di risultati. Capisco che qualcuno, anzi tanti diano per scontata la loro vittoria contro di noi. Ma per il Sassuolo quel risultato non è affatto scontato".

Domenica a Reggio Emilia sarà pienone sugli spalti. "Uno stimolo in più per il Milan? Sì, ma anche a nostro favore – aggiunge l'ex tecnico dell'Empoli – contro la Juve, ad esempio, al Mapei Stadium c’era tanta gente e abbiamo giocato bene, perdendo immeritatamente". E la caccia al biglietto ha coinvolto anche l'allenatore: "In questi giorni ho scoperto di avere amici che non conoscevo – spiega con il sorriso – non le dico quanti biglietti mi hanno chiesto. Ho dovuto dire di no a tutti, per mia figlia l’ho comprato". Dionisi si aspetta "una partita aperta – ammette – non abbiamo nulla da perdere ma abbiamo le qualità per metterli in difficoltà. Certo, per la prima volta sfidiamo una grande squadra che ha più motivazioni di noi. Però sappiamo cosa fare, sperando che basti. Spero che la partita sia un bello spot per il calcio italiano". Il Milan ha incassato due gol nelle ultime otto partite: "Hanno qualità individuali, l’organizzazione di squadra – è la lettura di Dionisi – tutti gli interpreti sono cresciuti. E Maignan è il portiere più forte della Serie A".

All'andata a Milano terminò 3-1 per il Sassuolo. Di quel pomeriggio Dionisi ricorda un aneddoto: "Stimo tantissimo Pioli, come allenatore e come uomo. Dopo la nostra vittoria mi ha aspettato nel tunnel per farmi i complimenti. Grandissimo, ha fatto un gesto splendido". Spazio anche per un bilancio sulla stagione del Sassuolo, che balla tra il nono e l'undicesimo posto. "I 50 punti sono quello che abbiamo meritato sul campo, ci siamo tenuti un margine di crescita per la prossima stagione. Chi è migliorato di più? Tutto il gruppo ha dato risposte importanti in termini di disponibilità e impegno. Posso dire che Raspadori è l’anima della squadra: se un compagno cade, in tutti i sensi, lui lo soccorre. Ha sempre l’atteggiamento giusto ed è costantemente dentro la partita".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli