Calcio: E. League, la Roma crolla nella ripresa, lo United vince 6-2 e ipoteca la finale

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Manchester, 29 apr. -(Adnkronos) – La Roma crolla nella ripresa e cede 6-2 al Manchester United a Old Trafford nella semifinale d'andata di Europa League. I giallorossi pagano dazio alla sfortuna, perdono 3 giocatori per infortunio nel primo tempo: Veretout, Pau Lopez e Spinazzola, sostituiti da Villar, Mirante e Bruno Peres e senza cambi nel secondo tempo cedono alla forza dei Red Devils che diventano padroni del campo e ribaltano lo svantaggio di 1-2 con il quale si erano chiusi i primi 45'. Gli inglesi ipotecano il passaggio alla finale di Danzica del 26 maggio, per i capitolini tra una settimana all'Olimpico servirà un'impresa.

Partenza in salita per la Roma che dopo 5' perde Veretout per un infortunio muscolare: al suo posto Villar. Passano altri 4 minuti e gli inglesi passano in vantaggio con Bruno Fernandes. Azione manovrata sull'asse Pogba-Cavani, il tocco di quest'ultimo premia l'inserimento del portoghese che beffa con un 'colpo sotto' Pau Lopez e porta in vantaggio i Red Devils. Reazione immediata della Roma che trova il pari al quarto d'ora su calcio di rigore concesso per un fallo di mano di Pogba in area. Dagli 11 metri Pellegrini batte De Gea e riequilibra la partita.

Subito il pari la squadra di Solskjaer reagisce con rabbia e va vicina al nuovo vantaggio al 24', percussione centrale di Rashford con la difesa della Roma schierata, il pallone filtra per Bruno Fernandes che calcia in porta ma conclude fuori. Poco dopo tentativo improvviso di Pogba, Pau Lopez si distende e para infortunandosi però alla spalla. Il portiere spagnolo non ce la fa a continuare ed entra Mirante.