Calcio: ecco la partita della parità e del rispetto, a Roma il 15 novembre

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 11 nov. – (Adnkronos) – Amicizia, inclusività, unione, parità di genere: il diritto allo sport per tutti e per tutte si basa su questi valori. È nata così l’idea della "Partita della parità e del rispetto", che si giocherà a Roma lunedì 15 novembre dalle 11 alle 13 presso l’impianto sportivo Fulvio Bernardini a Pietralata, in via dell’Acqua Marcia, 51. La partita rappresenta una tappa di avvicinamento alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si terrà in tutto il mondo il 25 novembre. “Facciamo Pari” è lo slogan dell’iniziativa, contro ogni discriminazione e a sostegno dell’articolo 3 della Costituzione perché si affermi davvero un’uguaglianza sostanziale, senza ambiguità né pregiudizi.

Lo sport è il linguaggio scelto dalle sei organizzazioni promotrici: Amnesty International Italia, Assist, Aic- Associazione Italiana Calciatori, Sport4Society, Uisp e Usigrai, con la collaborazione di Cospe e il patrocinio dell’Ufficio nazionale contro le discriminazioni razziali, Unar. Alla manifestazione hanno aderito Aiac-Associazione Italiana Allenatori Calcio, Atletico Diritti, Calcio Sociale, Differenza Donna Aps, Giulia Giornaliste, Libera, Unicef, Roma calcio femminile, Roma volley, S.S. Lazio, Nazionale Parlamentari, Ussi-Unione Stampa Sportiva Italiana, La corsa di Miguel, Banca Etica, Liberi Nantes.

Nella prima edizione scenderanno in campo due squadre composte da rappresentanti dello spettacolo, del giornalismo, dello sport e della politica, impreziosite dalla partecipazione di tre delle calciatrici afgane, fuggite dai talebani lo scorso agosto, che hanno trovato riparo in Italia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli