Calcio: Europa League, la Lazio batte 2-1 in rimonta il Midtjylland ed è prima nel gruppo F

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 ott. – (Adnkronos) – La Lazio batte in rimonta 2-1 il Midtjylland all'Olimpico e balza al comando del gruppo F di Europa League. Ora per la certezza di primo (ottavi di finale) o secondo posto (playoff con le terze di Champions) ai biancocelesti manca solo un punto. Sblocca Isaksen, poi pari di Milinkovic-Savic e sorpasso di Pedro su due azioni generate da uno scatenato Zaccagni. Alle 21 l'altra sfida del girone Sturm Graz-Feyenoord. L'ultimo impegno della Lazio sarà in trasferta a Rotterdam contro gli olandesi.

Il match si mette subito in salita per i padroni di casa. Tempo 8 minuti e Gila rivede i fantasmi dell'andata, sbaglia un disimpegno servendo Isaksen che ringrazia e dalla distanza supera un non irreprensibile Provedel. Romagnoli qualche minuto più tardi deve metterci il mestiere per sventare una ripartenza e rimedia un giallo. Milinkovic-Savic ha la palla del pari pochi minuti più tardi ma spara alto. È una Lazio che tiene palla a lungo, ma nella prima mezz'ora non impegna mai il portiere avversario. Il risveglio nell'ultimo quarto d'ora: il primo campanello d'allarme è di Felipe Anderson che dalla distanza scalda i guanti di Lossl. Al 36' il brasiliano lavora un pallone di Zaccagni e spalle alla porta serve Milinkovic-Savic: colpo da biliardo del serbo e palla nell'angolino più lontano: 1-1. Meriterebbe di mettere la freccia, la Lazio. Prende fiducia, schiaccia il Midtjylland, fa paura ma manca l'affondo finale.

Nella ripresa cambi decisivi: fuori Cancellieri e dentro Pedro al 55'. Tre minuti e lo spagnolo finalizza l'ennesimo affondo di Zaccagni il cui traversone è corretto in modo decisivo da un altro nuovo entrato, Vecino. Il 2-1 ora cambia ogni scenario, sia di classifica sia della partita. Felipe Anderson è ricollocato come finto 9 e si trova decisamente più a suo agio. Duetta con gli esterni, si crea le sue occasioni ma manca nella finalizzazione. Manda in rete Pedro con un lancio superbo ma il Var ravvisa il fuorigioco. La partita resta in bilico fino alla fine ma la Lazio resiste e porta a casa tre punti fondamentali.