Calcio: Europa League, Lazio crolla in Danimarca, Midtjylland vince 5-1

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Herning, 15 set. – (Adnkronos) – Serata da dimenticare per la Lazio in Danimarca. Alla Herning Arena i biancocelesti vengono travolti per 5-1 dal Midtjylland. Paulinho sblocca il match al 26', Kaba raddoppia al 30' sfruttando una disattenzione di Gila. A inizio ripresa palo di Luis Alberto direttamente su corner, sulla ripartenza rigore per i danesi che Evander trasforma per il 3-0. Al 57' accorcia Milinkovic-Savic, ma 10' dopo Isaksen realizza il poker sfruttando la respinta di Provedel sul secondo penalty calciato da Evander. Di Sviatchenko il gol del definitivo 5-1. Nell'altro match del gruppo F il Feyenoord supera con un tennistico 6-0 lo Sturm Graz e ora la situazione del girone vede la 4 squadre tutte a 3 punti con una vittoria e una sconfitta.

In avvio è la squadra di Sarri a comandare il gioco con la squadra di casa che chiude gli spazi e riparte. Buono il dialogo costante fra Pedro e Immobile sul centrosinistra del fronte offensivo. Poi, a sorpresa, al 27' arriva il vantaggio danese con Paulinho che, al termine di un'azione prolungata, si gira in area di rigore e batte Provedel. Dopo 3' ecco il raddoppio dei padroni di casa con Kaba che sfrutta un errore in uscita della Lazio, azione dei danesi che si sviluppa sulla destra, cross basso al centro e il centravanti del Midtjylland che insacca senza problemi. Al 37' la Lazio prova a risvegliarsi: bella azione con Vecino che avrebbe l'occasione giusta, ma allarga per Pedro. Lo spagnolo cerca il sinistro a giro, ma Lossl respinge con una mano. Al 41' ancora Midtjylland: Dreyer serve palla al limite dell'area, Evander non ci pensa un attimo e prova il destro a giro. Palla che esce di poco sopra la traversa.

La ripresa inizia con gli stessi effettivi della prima parte del match. Al 49' arriva un palo colpito da Luis Alberto direttamente da calcio d'angolo, ma sulla ripartenza il Midtjylland arriva in area con Cataldi che stende Isaksen: Dabanovic assegna il calcio di rigore. Dagli 11 metri Evander non sbaglia. Al 57' arriva l'unico gol della Lazio con Milinkovic-Savic, entrato da pochi minuti al posto di Vecino, che segna grazie ad un errore in deviazione di Lossl.

Al 65' la difesa dei capitolini regala il secondo calcio di rigore della serata ai rivali, con Marusic che atterra Isaksen in area. Evander di nuovo sul dischetto ma sbaglia, sulla ribattuta è lo stesso Isaksen a calare il poker. Poco dopo arriva anche il quinto gol dei danesi con Sviatchenko che su un calcio piazzato si porta in area di rigore e batte in diagonale Provedel. Partita da dimenticare in fretta per la Lazio ma situazione del gruppo ancora apertissima.