Calcio: Federazione russa considera passaggio a Confederazione Asia dopo sanzioni Uefa

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Mosca, 4 mag. (Adnkronos) – La federazione calcistica russa (Rfu) sta valutando la possibilità di passare alla confederazione asiatica (Afc) dopo essere stata sanzionata dall'organo di governo europeo Uefa in seguito all'invasione dell'Ucraina. "Penso che sia giunto il momento di pensare seriamente al passaggio alla confederazione calcistica asiatica", ha affermato l'emittente sportiva statale Match Tv, citando il membro del parlamento Dmitry Pirog.

Pirog, un ex pugile professionista, ha detto che ciò è dovuto al fatto che non è chiaro quanto durerà la squalifica della Uefa contro i club russi e la nazionale che gareggia a livello internazionale. La Uefa ha aumentato le sanzioni contro la Russia questa settimana impedendo al paese di fare offerte per ospitare Euro 2028 o 2032, escludendo la squadra maschile dalla Nations League e la squadra femminile dagli Euro 6-31 luglio in Inghilterra. Pirog, vicepresidente della commissione sportiva in parlamento, ha affermato che l'Asia aveva allenatori europei molto famosi e si stava sviluppando fortemente.

Tuttavia, l'ex presidente della RFfuVyacheslav Koloskov ha affermato di essere personalmente "strettamente contrario" a un cambiamento in quanto avrebbe portato "la morte del calcio russo e inoltre non saremmo mai tornati nella famiglia europea". I paesi che cambiano confederazione per problemi sportivi o di sicurezza all'interno del calcio globale sono rari ma non sconosciuti. Israele è passato alla Uefa dall'Asia all'inizio degli anni '90 e l'Australia è passata dall'Oceania all'Asia nel 2006.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli