Calcio: Fifa, spesi 5 miliardi nel mercato estivo

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Zurigo, 8 set. – (Adnkronos) – Durante lo scorso mercato estivo sono stati spesi cinque miliardi di euro, il 29,7% in più rispetto a un anno fa anche se il 13,9% in meno se si prende in considerazione l'estate record del 2019. Lo annuncia la Fifa in un report ufficiale. Sono stati effettuati 9.717 trasferimenti a livello maschile che rappresentano un nuovo primato, il 16,2% facendo un confronto con il 2021. La maggior parte delle operazioni ha riguardato calciatori svincolati (58,5%), poi trasferimenti a titolo definitivo (16,8%), prestiti (12,5%) e rientro dai prestiti (12,2%), mentre la fascia più interessata (4.271 trasferimenti, il 44% del totale) ha coinvolto i calciatori fra i 18 e i 23 anni. Andando nel dettaglio, è in Inghilterra che si è speso di più (1,8 miliardi di euro per 422 trasferimenti) mentre al secondo posto si attesta l'Italia: 553 milioni di euro suddivisi fra 316 operazioni.

In uscita, invece, il primato spetta alla Francia (622 milioni di euro incassati), seguita da Germania e Italia (terza con 545,6 mln frutto di 331 cessioni). Aumentano anche le commissioni per gli agenti: 498 milioni di euro in questo 2022 (+9,9%). "Un dato che rende evidente l'urgente necessità di riforme da parte della Fifa per promuovere la trasparenza e la solidarietà nel sistema dei trasferimenti -spiega la Fifa-. Ciò è tanto più vero se si considera che i bonus per la formazione nell'ultima finestra di trasferimento (69 milioni di euro) sono in netto contrasto". A livello femminile, infine, sono stati registrati 684 trasferimenti internazionali (+14,4%).