Calcio: Garrone, pace fatta con Cassano ma ritorno restera' sogno

Roma, 13 giu. - (Adnkronos) - "La dichiarazione di amore di Antonio per la Sampdoria risponde a quelli che sono i miei sentimenti personali nei suoi confronti, per quello che ha rappresentato per noi e per l'uomo un po' bizzarro che e'. Ma un suo ritorno alla Sampdoria non lo vedo possibile, ritengo che rimarra' un sogno". Cosi' Riccardo Garrone, presidente della Sampdoria, commenta all'Adnkronos le parole di Antonio Cassano sul suo passato blucerchiato.

Il barese ha definito l'esperienza alla Sampdoria "la piu' grande della mia vita" e non ha escluso un possibile ritorno. Il divorzio si consumo' proprio in seguito a un durissimo screzio fra papa' Garrone e Fantantonio. La pace fra i due c'e' stata: "E' ormai da un po' che ci siamo risentiti e parlati, gli ho perdonato tutto e fra di noi la situazione ora e' normale", rivela il presidente della Samp, che pero' esclude un nuovo 'matrimonio'. "Sono un uomo di calcio e so che la cosa fondamentale e' che uno spogliatoio sia tranquillo e coeso, mentre Antonio ogni tanto mette schegge impazzite", spiega Garrone escludendo il ritorno.

"E' un bravo ragazzo, lo fa in modo inconsapevole. E' successo anche ieri con quello 'scivolone' sui gay", dice alludendo alla frase del giocatore del Milan sugli omosessuali che ha scatenato un autentico caso, costringendo Cassano alle scuse. "E' una di quelle schegge impazzite di cui parlavo, Antonio quello che pensa dice e non sa essere diplomatico, a volte e' anche un po' ineducato...", sottolinea. Il tecnico Giuseppe Iachini ha detto che le porte della Samp saranno sempre aperte per Cassano. "Ho letto la sua dichiarazione, ma lui non l'ha mai avuto sotto di se' e non sa che cosa significa...", taglia corto Garrone.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno