Calcio: Giappone vuole rinunciare a Mondiale per club causa covid, Fifa 'decisioni a tempo debito'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 set. (Adnkronos) – La Fifa non ha voluto entrare nei dettagli sulla messa in scena del Mondiale per club di quest'anno, il giorno dopo che una indiscrezione annunciava l'intenzione del Giappone di rinunciare ai diritti per ospitare il Mondiale per club a causa del coronavirus. "I dettagli della prossima Coppa del Mondo per club Fifa saranno confermati a tempo debito", ha detto un portavoce della Fifa. Secondo l'agenzia di stampa giapponese Kyodo l'ente calcistico nazionale Jfa era in trattative con la Fifa per uscire dall'evento a sette squadre che originariamente voleva organizzare dal 9 al 19 dicembre come parte delle celebrazioni del centenario. Il motivo, secondo le fonti, era legato al "rischio di aumentare i contagi e la difficoltà di realizzare un profitto a causa di un probabile limite agli spettatori".

Tokyo ha recentemente ospitato le Olimpiadi e le Paralimpiadi che si sono svolte in gran parte a porte chiuse. Il Giappone sta affrontando un numero crescente di infezioni e diverse aree rimangono in stato di emergenza. Secondo Kyodo la Fifa è indecisa se rimandare il torneo al 2022. L'edizione dell'anno scorso si è giocata a gennaio in Qatar a causa della pandemia. La Fifa aveva originariamente pianificato una Coppa del Mondo per club dal nuovo look con 24 squadre nell'estate del 2021. Ma questo è stato ritardato per accogliere altri eventi come Euro 2020 e la Copa America che sono stati rinviati l'anno scorso a causa del virus. Il presidente della Fifa Gianni Infantino ha affermato che l'evento a 24 squadre rimane all'ordine del giorno, ma una decisione deve ancora essere presa su quando e dove si terrà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli