Calcio: Giovinco, 'Insigne al Toronto? Città bellissima ma il calcio vero è un altro'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 dic. – (Adnkronos) – "Avendo vinto l'Europeo e avendo buoni rapporti con la Nazionale, mi auguro che Lorenzo non esca dai radar. Io parlo della mia esperienza, e andando lì ne sono un po' uscito. Ma magari a lui non capiterà e non rischierà la Nazionale. Quando sono andato io c'erano nomi importanti lì, adesso – vuoi per questioni virus – la quantità di campioni è andata a calare. Magari con l'acquisto di Lorenzo cambierà ancora. Ma il calcio vero è un altro". Così l'ex attaccante di Toronto Sebastian Giovinco in merito ad un possibile approdo di Lorenzo Insigne al club canadese.

"Toronto è una città bellissima, si vive benissimo, abbiamo deciso di stare qui con la mia famiglia -aggiunge il 34enne ex Juve ai microfoni di Sky Sport-. Per quanto riguarda Lorenzo la situazione è diversa rispetto alla mia, quando io scelsi di giocare qui in Canada ero ai margini della Juve, lui è capitano del Napoli. Cifre? La mia proposta era arrivata e c'erano tanti soldi. Si diceva di una cifra monstre, ma una volta arrivato non era quella. Mi spiego: qui in America ci sono tante tasse, la cifra non è al netto. Al di là di quello, è un'esperienza che rifarei. La sua offerta? Dipende da come sarà. Ripeto, quando scelsi io, solo dopo ho saputo che la cifra sarebbe stata diversa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli