Calcio: Gravina, ‘saccheggiato da caso D’Onofrio, ancora molti lati oscuri’

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 15 nov. (Adnkronos) – “Oggi il Consiglio federale si è dedicato ad un tema che ha creato imbarazzo e disagio all’interno del calcio, non voglio fare distinzioni. Il mondo del calcio è stato saccheggiato da questo episodio che presenta, come più volte sottolineato, ancora tantissimi lati da chiarire, moltissimi lati oscuri. Molti li ignoriamo e continuiamo a non comprendere e capire come alcuni fatti siano stati possibili. Per questo abbiamo chiesto gli atti alla giustizia ordinaria e a coloro che possono darci elementi per venire a capo ed individuare responsabilità o errori”. Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, dopo il Consiglio federale indetto per il caso Rosario D’Onofrio, procuratore capo Aia arrestato nell’ambito dell’indagine per traffico internazionale di droga, e che ha portato il Consiglio federale a trasferire la giustizia arbitrale sotto l’egida della Figc. Una proposta che Gravina ha condiviso anche “con il presidente del Coni, Giovanni Malagò e il Ministro per lo Sport e per i Giovani, Andrea Abodi, per dare una prima risposta”.