Calcio: impresa Salernitana all'Olimpico, Lazio battuta 3-1 in rimonta

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 ott. – (Adnkronos) – Impresa della Salernitana all'Olimpico, dove si impone per 3-1 in rimonta sulla Lazio con tre gol nella ripresa. Il solito Zaccagni porta avanti i padroni di casa poco prima dell’intervallo sfruttando un assist di Luis Alberto ma nel secondo tempo l’ex Candreva pareggia al 6' con un gran gol in pallonetto, poi segnano al 23' Fazio e al 31' Dia in contropiede. Vecino spreca due grandi occasioni, Milinkovic-Savic, partito dalla panchina, rimedia un giallo pesantissimo: diffidato, salterà il derby di domenica prossima. Dopo 6 gare di fila senza subire reti, Provedel perde la sua imbattibilità. La squadra di Sarri subisce l'aggancio dell'Inter al 4° posto a quota 24, mentre i granata salgono al nono posto con 16 punti.

La prima occasione del match è della squadra di casa con Zaccagni che non centra la porta di pochissimo. Dopo dieci minuti il match perde uno dei suoi protagonisti: Nicola deve rinunciare a Gyomber, infortunato e sostituito da Bronn. A metà primo tempo è Felipe Anderson, a gonfiare la rete ma è tutto inutile, perché in posizione di fuorigioco.

Con il passare dei minuti è la squadra di Sarri a prendere in mano il pallino del gioco. Alla mezz'ora ci prova Pedro che scheggia il palo. Serve un colpo, un'intuizione per sbloccare il match e ci pensano Luis Alberto e Zaccagni: lo spagnolo trova lo scatto verticale del numero 20, che batte Sepe con il mancino e regalando il vantaggio ai biancocelesti.

Spinta dal vantaggio, la Lazio riparte forte dopo l'intervallo e ci vuole un grande riflesso di Sepe per impedire l'immediato raddoppio a Vecino. Al 6' trova il pari la squadra ospite grazie a Candreva che si inventa un sontuoso pallonetto e, segnando l'1-1, interrompe l'imbattibilità in Serie A di Provedel dopo 620 minuti. A quel punto Sarri butta dentro Milinkovic-Savic, giusto in tempo perché prenda una pesante ammonizione, che gli farà saltare il derby.

La Lazio si innervosisce e scopre il fianco a una Salernitana cinica e concentrata, che trova il vantaggio con l'ex Roma Fazio e cala addirittura in tris in ripartenza con Dia, capace di colpire in spaccata Provedel. Nel finale la Lazio è incapace di reagire e la Salernitana gestisce senza particolari rischi il risultato.