Calcio: Infantino, 'va cambiato il sistema di trasferimento dei giocatori'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 11 nov. – (Adnkronos) – “Nel 2019 sono stati spesi 7 miliardi di euro per i trasferimenti, 700 milioni sono andati in provvigioni degli agenti e solo 70 alla formazione e ai compensi di solidarietà. Qualcosa non va, si deve cambiare". Lo dice il presidente della Fifa, Gianni Infantino, durante il seminario sul regolamento sullo status e il trasferimento dei giocatori, nel quale è intervenuto anche l’ex Presidente del Consiglio Mario Monti.

"Penso -aggiunge il numero uno del calcio mondiale- che dovremmo rendere le regole un po' più trasparenti di quelle che sono ora, più chiare. La 'camera di compensazione' aiuterà in questa direzione ma già i pagamenti per l'indennità di formazione faranno in modo che almeno il 5% del totale dei trasferimenti, su 7 miliardi sono almeno 350 milioni, dovrebbe andare ai club che preparano i giocatori. La chiarezza e la trasparenza dovranno caratterizzare tutti gli altri pagamenti per evitare ciò che accade ancora regolarmente, ovvero che ogni volta che la guardia di finanza di quasi tutti i Paesi guarda ad alcune attività di trasferimento, trova qualcosa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli