Calcio, JpMorgan pronta a mettere su piatto Superlega 4 mld euro

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 apr. (askanews) - la banca d'affari americana JpMorgan ha confermato che finanzierà il progetto SuperLega, torneo privato e quasi del tutto chiuso creato da 12 grandi squadre europee ribelli, tra cui Milan, Inter e Juventus, che farà concorrenza alla Champions League e ha gettato nel caos il mondo del pallone. Un portavoce di JpMorgan a Londra ha confermato che la banca sosterrà finanziariamente l'operazione, senza fornire dettagli, ma, secondo indiscrezioni ampiamente rilanciate dalla stampa europea, l'impegno di JpMorgan sarebbe in totale di quattro miliardi di euro, che verrebbero ripagati con una quota dei proventi da diritti tv, pubblicità e merchandising del nuove torneo delle megasquadre, che si svolgerà con modalità simili a quelli americani di basket e football.

Sei delle società calcistiche ribelli provengono dalla Premier League, il campionato nazionale più ricco del mondo, tre dalla Liga spagnola, oltre le tre italiane. La compagine definitiva dovrebbe comprendere altre tre squadre, per un totale di 15 formazioni permanenti nella SuperLega, che si sfiderebbero in partite a metà settimana, come avviene per l'attuale Champions league, insieme a cinque squadre qualificate a rotazione ogni anno. La Uefa, che oggi avrebbe dovuto annunciare un rilancio del Champions, ha già promesso battaglia con l'esclusione dei club ribelli dai suoi tornei.

Il progetto ha sollevato un'ondata di indignazione tra i tifosi, ma anche nel mondo politico a ogni livello. Ha preso posizione anche la Commissione Ue, con il vicepresidente Margaritis Schinas che su Twitter ha scritto di un progetto contrario ai valori europei di "diversità e inclusione". Il premier britannico Boris Johnson ha parlato di un progetto "molto dannoso per il football". L'intero gotha del calcio britannico è in fuga verso la Superlega: Arsenal, Chelsea, Liverpool, Manchester City, Manchester united e Tottenham. Due potenze del calcio europeo come Paris Saint-Germain e Bayern Munich sono fragorosamente assenti dal nuovo torneo, che schiera invece Atletico Madrid, Barca e Real Madrid. Il Bayern, che con il Borussia Dortmund siede nel consiglio dell'Associazione europea dei club Eca, ha espresso la sua contrarietà al progetto.

Anche i tifosi dell'Arsenal sono contrari: "Questo progetto rappresenta la morte di tutto ciò che il calcio dovrebbe essere, una competizione basata sul merito sportivo, una competizione equilibrata... L'Associazione del tifosi dell'Arsenal farà di tutto per opporvisi".