Calcio: medico Spezia, 'cluster causato da due giocatori no vax'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 lug. – (Adnkronos) – “Abbiamo provveduto ad effettuare la prima dose di vaccino. Due calciatori non hanno voluto effettuare il vaccino e si ritengono no vax e si è creato un piccolo cluster dal punto di vista clinico. Per fortuna, tutti i ragazzi stanno bene". Lo dice Vincenzo Salini medico sociale dello Spezia e membro della Commissione Medica Figc in merito alle 11 positività nel gruppo squadra del club ligure.

"Non convocare i no-vax? Questo spetta ai club, comunque è una percentuale bassa -aggiunge Salini a Radio Punto Nuovo-. Penso che questo aspetto spinga ancora di più i calciatori a vaccinarsi. I calciatori vaccinati sono risultati positivi perché non abbiamo una copertura completa tra prima e seconda dose. Un calciatore dei due no-vax è risultato positivo e gli altri vaccinati avevano avuto da troppo poco la prima dose per la copertura. Io sono sicuro che allo Spezia, dopo la seconda dose, non avremo più problemi e così come con il green pass avremo gli stadi pieni per percentuali importanti. I calciatori dovrebbero vaccinarsi, ma noi possiamo fare solo opera di persuasione".

Lo Spezia in questo momento è stato costretto a sospendere le sedute di gruppo perché tra calciatori e staff conta 11 calciatori positivi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli