Calcio: Morace su nazionale femminile, 'indietro rispetto ad altri paesi, da noi non si investe'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 lug. (Adnkronos) – Agli Europei femminili di calcio "la Nazionale ha compiuto una bellissima impresa nelle condizioni date. Abbiamo fatto in passato un miracolo con il Mondiale, questo miracolo non si è ripetuto: perché noi siamo indietro rispetto agli altri paesi, da noi non si investe. E mi dispiace che ora le ragazze vengano massacrate". Lo dice all'Adnkronos l'ex ct della Nazionale di calcio femminile Carolina Morace.

"Il nostro movimento deve ancora crescere, e la panacea non è il professionismo dall'oggi all'indomani, anche se quella è una strada giusta. Ma non basta, il Covid ci ha massacrato più che negli altri sport, le iscrizioni sono ferme e il calcio non cresce. Non mi auguro -conclude- le dimissioni della ct, non è che siamo fuori perché di punto in bianco Bertolini non capisce più nulla di calcio, ma che una riflessione vada fatta è certo. La squadra non si è espressa al massimo, e un conto è allenare la squadra più forte, un altro far giocare bene la squadra più forte. Ora bisogna lavorare per investire sia a livello economico sia per allargare la base".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli