Calcio: Moratti, 'uno scudetto non sofferto ma voluto con grande tenacia'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 mag.(Adnkronos) – "Uno scudetto non sofferto ma voluto con grande tenacia". Queste le parole di Massimo Moratti, ex presidente dell'Inter, intervenuto a Gr Parlamento a 'La Politica nel Pallone', a proposito dell'Inter che ieri ha conquistato il suo 19esimo scudetto. Moratti ha parlato anche della nuova presidenza, in particolare del giovane Zhang che "è un ragazzo che ha molta sensibilità e attenzione, per niente presuntuoso e che ha saputo affidarsi a persone, come Conte e Marotta, che hanno ripagato la sua fiducia".

Alle domande sul futuro nerazzurro, il sogno seconda stella e l'obbiettivo Champions ha detto: "per ottenere risultati sempre maggiori serve quel giocatore in grado di dare qualcosa in più, un giocatore di classe che fa tutto con semplicità". Moratti ha comunque elogiato i protagonisti della cavalcata nerazzurra, Lukaku su tutti definendolo "trascinatore" ma anche Barella che è "l'anima e il carattere dell'Inter". Sulla Juve ha concluso dicendo: "bisogna stare sempre attenti, è stato un anno difficile ma saprà rialzarsi".