Calcio: Mourinho, 'Fair play finanziario protegge i forti, qualche milione in più e potevamo sognare'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 set. – (Adnkronos) – "Non penso ci siano due pesi e due misure. E' un meccanismo che però dentro la sua onestà penalizza troppo chi lo vuole fare in un modo virtuoso e che in modo indiretto protegge chi non lo fa in modo virtuoso. Protegge anche le squadre che sono delle potenze. E' un meccanismo onesto, non dico il contrario. Quello che mi colpisce di più è che a livello competitivo penalizza chi vuole diventare grande. Non c'è grande fair play nel meccanismo sportivo del Financial Fair Play". L'allenatore della Roma José Mourinho si esprime così in merito alla sanzione dell'Uefa inflitta al club giallorosso e ad altri tre società italiane: Milan, Inter e Juventus.

"Con qualche milione in più la Roma sarebbe in condizione di sognare -sottolinea il tecnico portoghese in conferenza stampa alla vigilia del match con l'Udinese-. Per pochi milioni siamo condizionati ed è molto più difficile poter arrivare. Quello che ha fatto Pinto è brillante ma ovviamente mi avrebbe fatto piacere avere qui Veretout, per fare un esempio, o un quarto o quinto difensore centrale. Mi piacerebbe avere qui Felix perché è un bambino che abbiamo preso dalla Primavera per farlo crescere. Noi però siamo condizionati dal fair play finanziario. Però va bene e ci divertiamo uguale".