Calcio: Nessuna sanzione della Fifa a Germania per messaggio sui diritti umani in Qatar

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Berlino, 26 mar. (Adnkronos) – La nazionale tedesca non dovrà affrontare sanzioni per un messaggio 'politico' dei giocatori in occasione della gara di qualificazione alla Coppa del Mondo contro l'Islanda, è quanto ha detto la Fifa. Giovedì gli 11 giocatori tedeschi si sono schierati indossando magliette per formare la scritta "Diritti umani", diretta ai Mondiali 2022 in Qatar, criticato per il trattamento dei lavoratori migranti nel Paese. "La Fifa crede nella libertà di parola e nel potere del calcio come forza del bene", ha spiegato l'organidii governo del calcio mondiale alla dpa. "Nessun procedimento disciplinare in relazione a questa questione sarà aperto dalla Fifa".

La Fifa aveva agito allo stesso modo dopo che la squadra norvegese aveva indossato magliette con scritto "Diritti umani – dentro e fuori dal campo" il giorno precedente prima della partita contro Gibilterra. In passato le espressioni politiche durante le partite non erano tollerate dalla Fifa, ma ultimamente è diventata più indulgente, consentendo anche ai giocatori di inginocchiarsi per protestare contro la discriminazione razziale e l'ingiustizia. "Ne abbiamo parlato in squadra. Abbiamo il Mondiale davanti a noi e se ne discute molto. Vogliamo mostrare alla società che non lo stiamo ignorando. Che mettiamo in chiaro quali condizioni dovrebbero esserci", ha spiegato il centrocampista tedesco Leon Goretzka a Rtl Tv. Il Ct della Germania Joachim Loew ha parlato di "un segnale molto buono e importante", aggiungendo che conosceva il piano ma non lo ha suggerito lui stesso. "Era semplicemente per essere un primo segno da parte della squadra che difendiamo i diritti umani, non importa in quale parte del mondo, e che questi sono il nostro valore", ha detto Loew.