Calcio: Nicolato, 'con la Svezia non sarà una gara a senso unico' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il ct degli azzurrini è molto sereno. Anche se c’è aria di scontro diretto, il tecnico è tranquillo: “Le squadre che possono giocarsi la qualificazione siamo noi, la Svezia e l'Irlanda. Tutti gli scontri diretti hanno il loro peso, dobbiamo giocare con l'ambizione di vincere le partite. Ci sono ostacoli per tutti, non dobbiamo abbassare la guardia”.

Nelle ultime ore Nicolato ha dovuto rinunciare a due giocatori: stamattina ha lasciato il ritiro l’attaccante del Basilea Sebastiano Esposito, che ha fatto ritorno al club di appartenenza dopo aver riportato in allenamento un leggero trauma distorsivo della caviglia sinistra, mentre ieri è stato il turno del centrocampista dell’Empoli Samuele Ricci per un risentimento muscolare accusato durante la gara in casa della Bosnia.

Il tecnico punterà ancora sul 4-3-3 e non accenna ad eventuali cambi perché sottolinea che “per dare continuità non si piò continuamente cambiare. Il nostro è un 4-3-3 atipico e mi consente di mettere in campo i giocatori più pronti. Nella prima finestra Fifa avevo bisogno di vedere più giocatori possibili, adesso siamo in una fase differente. La prima fase è stata concepita diversamente, dovevo conoscere i ragazzi, ora che abbiamo raggiunto un certo di equilibrio, credo sia giusto andare in questa direzione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli