Calcio: Palummella (ex capo ultrà Napoli), 'giusto colpire razzisti ma non tutto tifo organizzato'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 9 ott. – (Adnkronos) – "Il razzismo è una piaga che va estirpata dagli stadi, lo dico da tanti anni. Bisogna però vedere quali ulteriori restrizioni si decideranno perché compire tutti indiscriminatamente sarebbe un errore grave. Gli ultrà sono il sale del calcio". Lo dice all'Adnkronos Gennaro Montuori, detto 'Palummella', ex capo ultrà del Napoli, in merito a possibili restrizioni al tifo organizzato dopo l'episodio di razzismo nei confronti del difensore del Napoli Kalidou Koulibaly allo stadio 'Franchi' di Firenze.

"Secondo me l'unica soluzione, anche grazie all'aiuto delle telecamere e della tecnologia è quella di colpire il singolo -aggiunge Montuori-. Non voglio immaginare altre restrizioni perché ad esempio allo stadio 'Maradona' non possono entrare le bandiere e questa mi sembra una cosa sbagliata, il calcio non può diventare come il tennis". Lega e Figc dovrebbero premiare le tifoserie corrette invece di pensare nuove sanzioni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli