Calcio: Pellegrini e Zaniolo rimontano il Ludogorets, Roma al playoff di Europa League

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 3 nov. – (Adnkronos) – Missione compiuta per la Roma che aveva un solo risultato a disposizione e batte il Ludogorets 3-1 in rimonta e conclude al secondo posto, dietro al Betis Siviglia, nel gruppo C di Europa League, qualificandosi al playoff. Primo tempo sottotono per i giallorossi che vanno sotto per un gol di Rick al 42'. Nella ripresa, con gli ingressi di Zaniolo e Volpato, è un'altra Roma che trova il pari su rigore con Pellegrini e mette la freccia ancora su rigore del capitano. Zaniolo la chiude sul 3-1 con un gran gol.

Pronti-via e si capisce subito che sarà la squadra capitolina a fare la partita. Dopo una leggerezza di Viña che quasi non costa il vantaggio ospite al 7', i giallorossi iniziano a spingere sull'acceleratore. Ci provano in successione Pellegrini, Camara ed El Shaarawy, ma nessun tiro inquadra il bersaglio impensierendo davvero Padt. Sul fronte opposto il Ludogorets ne approfitta spesso per perdere tempo e, intanto, aspetta pazientemente il momento per colpire in contropiede con la velocità di Tekpetey, pericoloso in almeno un paio di sortite individuali.

Belotti ha la palla per colpire al volo a tu per tu col portiere ma la conclusione finisce altissima al 39'. Tre minuti dopo doccia fredda per i padroni di casa: avanzata di Rick, lasciato troppo libero di andarsene via palla al piede e 0-1 del Ludogorets a ridosso dell'intervallo, con qualche fischio inevitabile a scandire il rientro negli spogliatoi di Pellegrini e compagni.

Subito tre cambi per Mourinho dopo l'intervallo. Escono Camara, Belotti e Karsdorp, entrano rispettivamente Volpato, Zaniolo e Cristante. Una mossa, in particolare quella legata all'ingresso del fantasista ex inter, che si rivela immediatamente decisiva. Dopo aver sfiorato il tap-in su tiro di Volpato, è proprio Zaniolo infatti a conquistare il rigore dell'1-1 (atterrato da Cicinho in area), trasformato magistralmente da capitan Pellegrini al 56', e poi è ancora Zaniolo a conquistare il penalty del 2-1 (spinta piuttosto evidente di Verdon) al 65'. Stesso marcatore, stessa traiettoria e l'Olimpico può fare festa per il 2-1.

Al 78' gol annullato al Ludogorets: il neo-entrato Nonato insacca sotto rete un tiro deviato di Tissera, ma per fortuna dei giallorossi il direttore di gara, con l'ausilio del VAR, annulla tutto a causa di un contatto in mezzo al campo avvenuto all'inizio dell'azione fra Rick e Ibanez. Ci pensa dunque il solito Zaniolo a chiudere definitivamente il match con un'inarrestabile iniziativa solitaria culminata con il gol del 3-1. Al 90' ospiti in 10 per l'espulsione di Verdon.