Calcio: Premier League, brasiliani potranno giocare con i club, Cbf ritira richiesta sanzioni (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Il Liverpool avrebbe potuto fare a meno di Alisson e Fabinho contro il Leeds, che ha affrontato la mancanza di Raphinha. Tuttavia, l'Everton si aspettava di poter schierare Richarlison perché la federazione brasiliana non si era lamentata specificamente della sua assenza. La Football Association e la Premier League stanno già lavorando a stretto contatto con la Fifa per trovare una soluzione con il governo del Regno Unito sulle restrizioni di quarantena della lista rossa in previsione di una situazione simile nella finestra internazionale di ottobre. Il manager del Newcastle Steve Bruce ha avvertito: "È quello che è, ma questa volta è stato ancora più difficile, specialmente con i sudamericani coinvolti che vanno in paesi che sono nella lista rossa. Forse il governo deve essere coinvolto la prossima volta".

Ironia della sorte, non potranno giocare i giocatori argentini che si sono recati alla partita interrotta tra Brasile e Argentina, con Emi Martinez ed Emi Buendia dell'Aston Villa, e Cristian Romero e Giovani Lo Celso del Tottenham, costretti alla quarantena in Croazia. "E' stata una situazione senza vittorie", ha detto il tecnico del Villa Dean Smith. "Ogni club ha dovuto trovare la soluzione migliore per se stesso. Eravamo tra l'incudine e il martello".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli